susanna hardage

Un tavolo, una sedia, un manichino...
Ogni oggetto percorre la propria vita. Nasce, vive e muore. Vive, spesso, nella sola utilitá della sua funzione: sorreggere, conservare, coprire, allacciare, contenere.
Poi viene dimenticato, abbandonato. Muore. In una cantina, in un bosco. distrutto va ad alimentare un fuoco. Trasportato naufraga in fredde acque. Misero vivere in un buio angolo. Triste morire inosservato nell'oblio della natura.
Ma il destino cambia.
Come per incanto viene riscoperto. Accarezzato da nuove mani e guardato da nuovi occhi. D'improvviso concepito da una mente geniale e reinvantato da una diversa creativitá. Come per magia perde l'utilitá che l'aveva condotto alla sua triste fine, ma acquista la nuova identitá che lo lancerá protagonista felice sotto gli occhi di mille attenti osservatori.
E' capitato nelle sue mani, quelle di una grande artista. S'é imbattuto nelle straordinarie mani di Susanna Hardage. Come un punto di completa svolta l'anonimo oggetto che arreda viene trasformato in opera d'arte. Dimentica la sua mediocre funzione e veste un nuovo personaggio capace di stupire, catturare ed imporsi.
Susanna Hardage coglie emozioni dal mondo e trasforma oggetti noiosi in ispriazioni, lasciando come un graffio il segno inimitabile di se. Tutto cade nel suo saggio vortice. Legno, pietra, scarpe, colla, bottoni, specchi, plastica, peli, metallo, carta, fili, vernice, gomma, creta. Estrose ed audaci le sue tecniche. decoupage, mosaico, trompe-loeil.
Non molto puó trasmettre anche il piú minuzioso dei racconti, se non la gioia di conscerla e di scoprire le sue incantevoli opere. Susanna Hardage crea l'anima nell'oggetto. Gli dona la fantastica possibilitá di esibirsi, incantare e continuare a vivere nella bellezza.

Gli dona l'eternitá.

Alcuni pezzi della serie 'arte povera' di Susanna Hardage, ora appartenenti ad una collezione privata, sono esposti presso il Museo Guggheneim di New York.

Prossima esposizione: CORPI PLASTICI
Inaugurazione: Giovedì 1 Luglio 2010, presso Il Bottaccio, via di San Vitale 19, Roma.
Vedi la presentazione su Facebook qui...

galleria
sedie
quadri
contact